Perché stiamo sottovalutando il collasso americano

Le strane nuove patologie del primo stato fallito del mondo

di  Tyler Durden

Potresti dire, dopo aver letto alcuni dei miei ultimi saggi, “Umair! Non preoccuparti! Tutto andrà bene! Non è tutto  così male! “Ti guarderei educatamente, e poi direi gentilmente:” Per dirti la verità, non penso che stiamo considerando  il collasso quasi sul serio. “

Perché? Quando diamo uno sguardo duro al prossimo collasso degli Stati Uniti, vediamo un numero di patologie sociali in aumento. Non solo qualsiasi tipo di patologie. Nemmeno preoccupanti, degradanti e pericolose. Ma quelle strane e bizzarre. Quelle  sono patologie uniche  singole e terribilmente strane che non avevo mai visto prima, e al di fuori di una distopia scritta da Dickens e Orwell, neppure  tu, e nemmeno la storia.

Suggeriscono che qualunque sia il “parametro ” che utilizziamo per rappresentare il declino – contrazione dei redditi reali, disuguaglianza e così via – stiamo di fatto sottovalutando grossolanamente ciò che gli esperti chiamano il “tributo umano”, ma quali esseri umani sensibili come te e io dovremmo semplicemente pensare come la travolgente disperazione, rabbia e ansia di vivere in una società che crolla.

Lascia che ti dia solo cinque esempi di quelle che chiamerò le patologie sociali del collasso: strane, singolari e macabre nuove malattie, non solo quelle che di solito non vediamo nelle società sane, ma che non abbiamo mai visto prima in ogni società moderna.
L’America ha avuto 11 sparatorie a scuola negli ultimi 23 giorni. Quello è uno ogni altro giorno, più o meno. Questa statistica è abbastanza allarmante, ma è solo un numero. La prospettiva ci chiede un confronto. Quindi lascia che lo metta in un altro modo. Negli ultimi 23 giorni, l’America ha avuto 11 sparatorie a scuola, che è più che altrove nel mondo, persino in Afghanistan o in Iraq. In effetti, il fenomeno delle sparatorie regolari nelle scuole sembra essere una caratteristica unica del collasso americano – semplicemente non accade in nessun altro paese – e questo è ciò che intendo per “patologie sociali del collasso”: una nuova, bizzarra, terribile malattia che colpisce la società.

Povertà negli USA

Perché i bambini americani si uccidono a vicenda?

Perché la loro società non si preoccupa abbastanza di intervenire?

Beh, probabilmente perché quei ragazzi hanno rinunciato alla vita – e i loro anziani hanno rinunciato a loro. O forse hai ragione – e non è così semplice. Eppure, cosa fanno i bambini che non si uccidono l’un l’altro? Beh, molti di loro sono impegnati a uccidersi.

Quindi c’è ovviamente anche una “epidemia di oppioidi”. Usiamo questa frase troppo casualmente, ma è molto più preoccupante di quanto non sembri a prima vista. Ecco cosa è veramente curioso al riguardo. In molti paesi del mondo – la maggior parte dell’Asia e dell’Africa – si possono acquistare tutti gli oppioidi che si vogliono da qualsiasi farmacia locale, senza prescrizione medica. Potresti supporre che l’abuso di oppiacei come un’epidemia di massa sarebbe un fenomeno globale. Eppure non vediamo le epidemie di oppioidi da nessuna parte ma in America, specialmente in quella non così viziosa e diffusa, questo riduce la speranza di vita. Quindi “l’epidemia di oppioidi” – auto-medicazione di massa con la più dura delle droghe pesanti – è di nuovo una patologia sociale del collasso: unica per la vita americana. Non è abbastanza riscontrato nei numeri, ma solo attraverso il confronto – e quando lo vediamo nella prospettiva globale, abbiamo la sensazione di quanto sia davvero stranamente la vita americana.

Perché le persone abuserebbero gli oppioidi in massa a differenza di qualsiasi altra parte del mondo? Devono vivere vite veramente traumatiche e disperate, in cui c’è poca assistenza sanitaria, quindi devono auto-medicare il terrore. Ma cosa c’è di così disperato in loro? Bene, considera un altro esempio: i “pensionati nomadi”. Vivono nelle loro macchine. Vanno da un posto all’altro, stagione dopo stagione, inseguendo qualsiasi lavoro a basso salario riescano a trovare: a primavera, un magazzino amazzonico, Natale, Walmart.

Ora, si potrebbe dire – “beh, i poveri hanno sempre inseguito il lavoro stagionale!” Ma non è proprio questo il punto: l’assoluta impotenza e la completa indegnità lo è. In nessun altro paese riesco a vedere i pensionati che avrebbero dovuto risparmiare abbastanza da vivere ora che vivono nelle loro macchine per trovare lavoro solo per andare a mangiare prima di morirenemmeno in quelli disperatamente poveri, dove almeno le famiglie vivono insieme, condividono risorse e si prendono cura l’una dell’altra. Questa è un’altra patologia del collasso che è unica in America: la totale impotenza di vivere con dignità. I numeri non lo catturano, ma i confronti dipingono un quadro desolante.

Povertà in USA

In che modo gli anziani americani finirono con l’ingannare la dignità? Dopotutto, anche i paesi disperatamente poveri hanno “sistemi informali di supporto sociale”, altrimenti noti come famiglie e comunità. Ma in America c’è il crollo catastrofico dei legami sociali. Il capitalismo estremo ha spazzato via la società americana in modo così totale che le persone non possono nemmeno prendersi cura l’una dell’altra tanto quanto in paesi come il Pakistan e la Nigeria.

I legami sociali, le relazioni stesse, sono diventati lussi inaccettabili, ancor più che nei paesi poveri: questa è un’altra patologia sociale unica al collasso americano.

Eppure quelli che un tempo erano paesi poveri stanno facendo grandi passi avanti. I costaricani ora hanno un’aspettativa di vita più alta degli americani – perché hanno assistenza sanitaria pubblica. L’aspettativa di vita americana sta calando, a differenza di quasi nessun’altra parte del mondo, salvo il Regno Unito – perché non è così.

E questa è la mia ultima patologia: è una delle anime, non una delle membra, come le altre sopra. Gli americani sembrano abbastanza felici semplicemente guardandosi l’un l’altro morire, in tutti i modi sopra. Semplicemente non sembrano essere troppo disturbati, commossi o addirittura colpiti dalle quattro patologie di cui sopra: i loro figli si uccidono a vicenda, i loro legami sociali collassano, sono impotenti a vivere con dignità o devono intorpidire il dolore di tutto questo .

Se queste patologie si fossero verificate in qualsiasi altro paese ricco – anche nella maggior parte dei poveri – la gente sarebbe stata stupefatta, scioccata e sbalordita, e certamente spostata per far sì che non accadessero. Ma in America, sono, beh, nemmeno rassegnati. Sono indifferenti, per lo più.

Quindi la mia ultima patologia è una società predatrice. Una società predatrice non significa solo oligarchi che strappano le persone economicamente. In un modo più vero, significa che le persone annuiscono e sorridono e fanno i loro affari quotidiani mentre i loro vicini, amici e colleghi muoiono prematuramente in tombe poco profonde. Il predatore nella società americana non è solo il suo super-ricco – ma una forza invisibile e insaziabile: la normalizzazione di ciò che nel resto del mondo sarebbe visto come vergognosi, storici, generazionali fallimenti morali, se non crimini, diventando meri banali affari di tutti i giorni per non essere troppo preoccupato o turbato.

drogati negli USA

Forse tutto suona forte per te. vero?

Ora che ti ho dato alcuni esempi – ce ne sono molti altri – delle patologie sociali del collasso, permettimi di condividere con te le tre questioni che sono fondamentali  per me.

Queste patologie sociali sono qualcosa di strano e raccapricciante nuovi ceppi di malattie che infettano il corpo sociale. L’America è sempre stata un pioniere – solo oggi, è ospite non solo di problemi non solo raramente visti in società sane – è pioniere di nuove patologie sociali non sono mai state viste nel mondo moderno al di fuori dell’America attuale. Cosa ci dice questo?

Il collasso americano è molto più grave di quanto supponiamo. Stiamo sottovalutando la sua grandezza, non sopravvalutandola. Gli intellettuali, i media e il pensiero americani non mettono nessuno dei suoi problemi nella prospettiva globale o storica – ma quando vengono visti in quel modo, i problemi dell’America si rivelano non solo i fastidi quotidiani di una nazione in declino, ma qualcosa di più simile a un corpo improvvisamente attaccato da malattie inimmaginabili.

Visto con precisione. Il collasso americano è una catastrofe delle possibilità umane senza un parallelo moderno. E poiché il disastro che l’America ha fatto di se stesso, quindi, è così particolarmente unico, così singolare, così perversamente speciale, anche il trattamento dovrà essere nuovo. L’unicità di queste patologie sociali ci dice che il collasso americano non è come un ritorno a qualsiasi mezzo o il declino di una tendenza. È qualcosa fuori dalla norma. Qualcosa al di là dei dati. Passato le statistiche. È come la meteora che ha colpito i dinosauri: un outlier oltre i valori anomali, un evento all’estremo degli estremi. Questo è il motivo per cui le nostre narrative, le nostre cornici e teorie non riescono davvero a catturarlo, tanto meno a spiegarlo. Abbiamo bisogno di un linguaggio completamente nuovo – e di un nuovo modo di vedere – per iniziare a dare un senso a ciò.

Ma questo è il compito dell’America, non del mondo. Il compito del mondo è questo. Se il mondo seguisse il modello americano – capitalismo estremo, nessun investimento pubblico, crudeltà come stile di vita, perversione della virtù quotidiana – allora seguiranno anche queste nuove patologie sociali. Sono nuove malattie del corpo sociale che sono emerse dalla dieta del junk food – junk media, junk science, junk culture, pasticiteria spazzatura, economia spazzatura, persone che si trattano reciprocamente e la loro società come spazzatura – di cui anche l’America si è nutrita lungo.

Fonte: Eudaimoni

Traduzione: Alejandro Sanchez

Precedente Turchia lancia offensiva contro milizie curde nel Nord della Siria Successivo La guerra che sta arrivando dall’Ucraina ( mentre l’Europa è distratta )

Lascia un commento