Privacy Policy MILANO. UN AGENTE DELLA POLIZIA LOCALE DI SAN DOMENICO MILANESE HA UCCISO A COLPI DI PISTOLA IL SUO VICE COMANDANTE | Una Lira per l'Italia
Crea sito

MILANO. UN AGENTE DELLA POLIZIA LOCALE DI SAN DOMENICO MILANESE HA UCCISO A COLPI DI PISTOLA IL SUO VICE COMANDANTE

SUBITO DOPO SI E’ SPARATO ALLA TESTA ED E’ MORTO

IL MOVENTE: MOTIVI DI LAVORO

POLIZIAPOLIZIA

(ANSA) – MILANO, 29 GIU – A San Donato Milanese un vigile ha sparato al suo superiore uccidendolo e poi si è ammazzato.

L’agente ha sparato sparato al petto del vicecomandante e poi si è puntato la pistola alla testa e si è ucciso. Secondo le prime informazioni, all’origine del gesto attriti sul posto di lavoro.

L’episodio è accaduto poco dopo le 15 in via Cesare Battisti 2, negli uffici della Polizia locale del Comune di San Donato Milanese, a sud-est di Milano. Entrambi sono stati trasportati d’urgenza in ospedale in condizioni gravi, ma sono morti poco dopo. L’omicidio-suicidio è avvenuto nei locali del comando della Polizia locale di San Donato Milanese. La vittima si chiamava Massimo Iussa, 49 anni, vice-comandante, di Gemona del Friuli (Udine) e residente a Lodi. A sparare è stato Massimo Schipa, 52 anni, agente, originario della provincia di Lecce. All’origine del gesto – secondo i primi risultati delle indagini, affidate ai carabinieri – ci sarebbe stata una lite per motivi di lavoro, fra i quali la gestione dei turni.